venerdì 14 settembre 2012

IL TKC TEATRO DELLA GIOVENTU' RIAPRE I BATTENTI CON "RUMORS" DI NEIL SIMON

                                         La The Kitchen Company in "Rumors" 

Riecco il Teatro della Gioventù! Si riapre domani, 15 settembre, con un originale aperitivo musicale e, a seguire, l'anteprima di "Rumors", celeberrima commedia "eighties" del grande Neil Simon. I giovani attori del teatro di via Cesarea, zona centralissima di Genova, tornano dunque in scena dopo una pausa che, quest'anno, è stata insolitamente breve. Il TKC Teatro della Gioventù ha infatti allestito una stagione estiva, prima esperienza del genere in Italia, sulla scia di ciò che avviene già da tempo in molte parti del mondo: dal 16 giugno al 5 agosto, come avevamo raccontato qui, la The Kitchen Company ha sfidato la canicola offrendo al pubblico lo spettacolo "Le conquiste di Norman", per la bellezza di 51 repliche. 
STAGIONE ESTIVA, CHE SUCCESSO! - Un esperimento ardito, un'audacia premiata: la risposta del pubblico è stata eccellente, alle rappresentazioni hanno assistito oltre 5mila spettatori. Eccellente ma, in fondo, non sorprendente, visto che in questo primo anno della "nuova gestione" targata Massimo Chiesa, Eleonora D'Urso (i due direttori) e, appunto, The Kitchen Company, il Teatro della Gioventù ha saputo, grazie a una linea artistica ben definita e allo spirito brillante e sbarazzino dei suoi giovani protagonisti, fare breccia nel cuore di una "platea" decisamente ampia: "Dall'inizio dell'attività nel gennaio di quest'anno, fino all'esperienza estiva - spiega Massimo Chiesa - abbiamo registrato quasi 30mila presenze, raggiungendo nel complesso una percentuale di riempimento del teatro del 50 per cento". 
30mila persone per 5 spettacoli allestiti, e messi in scena in 174 repliche: "Questa è una nostra peculiarità - dice ancora Chiesa - Pochi spettacoli replicati più volte: ritengo sia la strada più efficace laddove, in linea generale, il teatro italiano si caratterizza purtroppo per l'eccessivo numero di spettacoli e il numero limitato di repliche: in questo modo, oltre a calare la qualità, crescono anche le spese". Già: un modus operandi che il mondo teatrale nostrano non può più permettersi, e che il TKC Teatro della Gioventù tenta di rivoluzionare e capovolgere. "Il nostro - prosegue il direttore artistico - è un teatro di sola produzione, attraverso la compagnia TKC: in questo modo si crea affezione presso il pubblico, si crea lavoro e si riesce a operare un controllo ottimale sulla qualità di ciò che facciamo. Certo, inutile sottolineare che le difficoltà economiche non mancano; c'è ad esempio il problema delle sovvenzioni ministeriali, il fondo a noi spettante per il 2012 come impresa di produzione privata è stato deliberato solo a luglio ed è ammontante a 480mila euro, oltre 100mila euro in meno di ciò che pensavano ci arrivasse. Ma il problema è ampio e non riguarda solo noi: occorre aumentare il FUS, il Fondo unico per lo spettacolo, altrimenti i tempi si faranno sempre più duri per enti come il nostro". 
In ogni caso, il TKC Teatro della Gioventù è ben deciso a proseguire, con sempre crescente entusiasmo, la propria avventura: e ci mancherebbe altro, aggiungiamo noi, perché una struttura che lancia messaggi artistici così innovativi, e che, soprattutto, punta con tale decisione sulle nuove leve (sul palco e "dietro le quinte") merita tutta la fortuna del mondo, e anche un po' di più...

                                             Ancora i protagonisti di "Rumors"

RUMORS - Torniamo alla riapertura della stagione del TKC (che, al contrario di quanto viene fatto dagli altri teatri italiani, si sviluppa seguendo il corso dell'anno solare, cioè partendo a gennaio e chiudendosi a dicembre). Dopo l'aperitivo musicale al TKC Bistrot (degustazione di cibi tipici artigianali con le note del giovane pianista e cantautore genovese Michele Savino), toccherà a "Rumors" di Neil Simon, una delle commedie più popolari e rappresentate nel mondo. Scritta nel 1988, è uno sguardo ironico, sarcastico, spietato sull'alta borghesia di New York, mette in scena un'umanità interiormente povera, vuota, uomini piccoli e meschini nonostante i ruoli di altissima responsabilità sociale e professionale che essi ricoprono. Una satira dalla dirompente forza comica, per una storia che parte nella lussuosa casa del vice sindaco di New York, dove dovrebbe svolgersi la festa per l'anniversario di matrimonio dello stesso ma i due festeggiati sono assenti, lui colpito ad un orecchio da un proiettile, la moglie introvabile. L'arrivo degli invitati, quattro coppie di amici, e successivamente di due poliziotti, scatena una farsa grottesca e paradossale, senza soste e dai ritmi sostenuti. Nutritissimo il cast: TKC schiera Eleonora D'Urso (direttrice artistica del teatro e anche attrice), Daria D'Aloia (che è anche aiuto regista), Giovanni Prosperi, Nicola Nicchi, Marco Zanutto, Giulia Santilli, Fabrizio Careddu, Elisabetta Becattini, Carlo Zanotti e Valentina Persico. Regia di Massimo Chiesa, che qualche anno fa rappresentò questa commedia con la stessa D'Urso e con Zuzzurro e Gaspare. Lo spettacolo è in programma dal 15 settembre al 14 ottobre.
BENEFICENZA - Da segnalare, per questa fase autunnale del Teatro della Gioventù, anche due iniziative benefiche: il 28 settembre alle 21 una delle repliche di "Rumors" sarà a favore dell'Associazione Ligure Ipoudenti, mentre l'8 ottobre alle 17 ci sarà una festa per nonni e bambini pro Unicef. Per ogni ulteriore informazione sull'attività del teatro, ecco il sito web: http://www.tkcteatrodellagioventu.it/

Nessun commento:

Posta un commento